Mi trombo quella porca della mamma del mio migliore amico

Ciao a tutti, mi chiamo Simone e vi racconto una storia realmente accaduta che vi terrà attaccati allo schermo e ve lo farà venire duro anche a voi! Ho ormai 32 anni, sono fidanzato e ho una vita normalissima. Le mie scopate con la mia ragazza non mancano mai, belle si, ma a volte noiose, quindi sono sempre in cerca di trasgressione e non posso farmi mancare le community come queste che sono popolate da donne mature, milf e insospettabili casalinghe!

Comunque per non perdere il focus della discussione, vi voglio raccontare quello che mi è accaduto qualche anno fa con la mamma del mio migliore amico. La signora Gianna, era una signora sulla 40ina felicemente sposata con suo marito e conduceva una vita apparentemente normale, come una normalissima casalinga italiana. Famiglia, amore e l’hobby per la cucina.



Ma un giorno accadde qualcosa di insolito, ero di passaggio davanti la casa del mio amico e decisi di fargli visita per prenderci un caffè. Suonai al citofono, ma rispose la madre dicendomi che il figlio non era a casa, ma di entrare comunque dato che a momenti sarebbe tornato.

Ci sedemmo in cucina, con la donna che era appena uscita dalla doccia era ancora in accappatoio e piedi scalzi, si scusò con me per come era conciata, ma per me non c’era nessunissimo problema, anzi quella situazione mi fece fare in mente molte scene erotiche di ogni tipo con lei.

Era una bellissima donna matura, magra, bassina e mora, con il culo forse un po’ grosso rispetto al fisico magro, ma chi se ne importava! Anzi…forse quel tocco di non perfezione rendeva le cose ancora più hot.

Passarono 20/30 minuti come niente, allora a quel punto chiamai il mio amico al telefono chiedendo dove era, perché lo stavo aspettando a casa. Ma mi disse che prima di un’ora non sarebbe tornato, e quindi di dover ritornare un altro giorno.

La mamma Gianna era lì a fissarmi e avendo sentito tutto al telefono mi disse “Eh che fai ora te ne vai così?” “Hai fatto un viaggio a vuoto?” io: “Signora, si figuri non c’è problema torno un altro giorno” ma lei si avvicinò sempre di più a me, e mi accarezzava il viso… mi vennero i brividi su tutta la schiena. Avevo capito le sue intenzioni, non volevo crederci, mi sembrava tutto così strano e incredibile! Un sogno, un fottutissimo sogno, e chi se l’aspettava da una donna come lei!

A quel punto, presi l’iniziativa, ed io seduto con lei in piedi dinanzi a me cominciai a leccargli l’ombelico e poi sempre più giù, fino alla figa. Alla signora piaceva depilarsi tutta quanta, non c’era neanche un pelo, proprio come piace a me…leccavo e non mi stancavo mai, sentivo i suoi gemiti di piacere, rimbombavano per tutta la casa. Poi ci siamo ritrovati a terra a fare l’amore, con i suoi capezzoli turgidi che palpavo….lei era una “vecchio stampo”, le piaceva essere dominata evidentemente, dovevo prendere sempre io la pensata iniziale sul cosa fare e come muovermi.

Dopo averla scopata in varie posizione, andammo in bagno a farci una doccia, avevamo sudato tantissimo era estate e ci saranno stati 30 gradi all’ombra, poi sempre con la paura che potesse tornare il figlio ci sbrigammo in tutta fretta a togliere ancora la sborra sul pavimento che avevamo lasciato.

Un bacio alle sue tette in segno di riconoscenza e me ne andai…
Che dire, un ricordo indimenticabile!

Share Button
Il segreto erotico di Roberta
Le confessioni di una quarantenne vogliosa

Post Correlati

Lascia un commento

Sii il primo a lasciare un commento

notifica
avatar
Foto
 
 
 
Audio e video
 
 
 
altri file
 
 
 
wpDiscuz